Archivio Battaglie

24-08-2010

27/04/2004 Affossata legge terzo mandato

Si invitano tutti i Sindaci che si sono ricandidati per la terza volta consecutiva, a voler prendere urgentemente contatti con l'Associazione, telefonando al numero seguente: 3293814862 Sindaci, affossata la legge sul terzo mandato La proposta di legge per permettere ai sindaci dei comuni fino a tremila abitanti di svolgere il terzo mandato si arena in commissione affari costituzionali della camera: per le prossime elezioni amministrative di giugno, dunque, non potrà essere approvata, visto che avrebbe dovuto avere il semaforo verde definitivo entro il 28 aprile. Il testo era stato approvato approvato in senato a larghissima maggioranza. Nella commissione di Montecitorio, invece, hanno sostenuto il provvedimento solo l'Udc e la Margherita. Contrari la Lega, An, Rifondazione comunista e il verde Marco Boato, presidente del gruppo misto. «Perplessi», invece, i diessini. Ma anche il sottosegretario agli interni Antonio D'Alì, in rappresentanza del governo, si è mostrato poco entusiasta e si è rimesso alle decisioni della commissione. A questo punto il presidente della stessa commissione, il forzista Donato Bruno, ha deciso che il testo contin   dettaglio

24-08-2010

31/03/2004 Voto trasversale del Senato dice sě

31/03/2004 ORE 19,00 Con un voto trasversale, il Senato dice sì al 3° mandato per i Sindaci dei Comuni più piccoli: fino a 3000 abitanti. Ora chiediamo al Presidente della Camera On. Pierferdinando Casini, che si è sempre dimostrato particolarmente attento e sensibile al problema, l'immediata calendarizzazione del provvedimento affinchè trovi soluzione ancor prima di Pasqua. Siamo fiduciosi ! P.S. Visti i numerosi impegni ai quali mi sto dedicando 24h su 24h, mi scuso con tutti i colleghi che mi stanno scrivendo a cui non riesco a rispondere. Colgo comunque l'occasione per porgere a tutti una Buona Pasqua. Il Presidente Franca Biglio

24-08-2010
Franca Biglio

Franca Biglio

20/02/2004 Piccoli Comuni l'esercito dei Sindaci diventa un partito

Masanielli forse no, ma testardi pronti a gettare il cuore oltre l'ostacolo, questo si. La politica italiana si dibatte da anni sul nuovo che avanza e chi lo possa rappresentare: l'ultima frontiera del malcontento contro usi e costumi radicati è il futuro partito dei sindaci dei piccoli comuni.

24-08-2010

06/02/2004 Lettera aperta ai colleghi dei comuni da 3000 a 5000

LETTERA APERTA RIVOLTA SOPRATTUTTO AI COLLEGHI SINDACI DEI COMUNI CHE HANNO UNA POPOLAZIONE FRA I 3000 ED I 5000 ABITANTI. Carissimi Amici, sento il dovere di informarVi che la nostra Associazione non Vi ha affatto abbandonati sul problema del terzo mandato. Se, leggendo il comunicato del 17.02.2004, qualcuno di Voi ha avuto questa sensazione dettata magari dai toni che alcuni hanno definito “ridondanti”, mi dispiace e Vi assicuro che la lotta intrapresa dall’ANPCI a difesa di un diritto democratico che, se non ristabilito, avrebbe creato seri problemi soprattutto nei Piccoli Comuni, non è affatto terminata. L’individuazione della soglia concordata a livello politico, non è frutto di una contrattazione che abbia coinvolto l’ANPCI! Di fronte all’ostracismo che ancora nei giorni scorsi era palpabile, il fatto di essere riusciti a sbloccare, seppure parzialmente, lo stallo che pareva insuperabile, è stato grandissimo motivo di soddisfazione ed un ringraziamento era certamente dovuto a chi, con determinazione ci ha sostenuti. Questo segnale di apertura rappresenta per l’ANPCI soltanto il primo passo verso il raggiungimento dell’unico obiettivo che persegue fin dal   dettaglio

24-08-2010

24/01/2004 Continua la mobilitazione

CONTINUA LA MOBILITAZIONE Gli organi direttivi dell’ANPCI e dell’ANCI si sono riuniti in Roma il 21.01.04 per esaminare congiuntamente il testo del provvedimento relativo al superamento del secondo mandato. I Presidenti BIGLIO e TORCHIO hanno preso atto dell’impegno unanime dei parlamentari intervenuti: Senatori COLETTI e BATTISTI (Margherita), VITALI (D.S.), Sottosegretario On. DELFINO e Dott. GRAZIANO (U.D.C.) per la sollecita approvazione di un provvedimento limitato esclusivamente al superamento del secondo mandato almeno per i Comuni fino a 5.000 abitanti. Nel corso della riunione è emersa la necessità di poter conferire rapidissimamente con il Presidente PASTORE e con il Relatore FALCIER. La richiesta è stata prontamente accolta e, nel primo pomeriggio, durante la rapida audizione, i Senatori FALCIER e MAFFIOLI hanno fornito assicurazione che martedì 27.01.04 la questione del mandato sarà riportata in Commissione per giungere poi rapidamente all’esame dell’Aula. I rappresentanti dei Comuni hanno espresso forte preoccupazione per il clima di tensione che, a causa dei tempi ormai strettissimi, si sta venendo a creare tra i Sindaci. Ogni ragio   dettaglio

24-08-2010

15/01/2004 Disegno legge S132

Il disegno di legge S 132, contenente la modifica dei limiti sul mandato dei Sindaci, registra una nuova battuta d'arresto dopo la presentazione di un testo unificato presso la Commissione Affari Costituzionali del Senato. Appare evidente l’urgenza di ottenere, invece, una definitiva, quanto attesa, risposta legislativa, stante la crescente e comprensibile incertezza delle numerose Amministrazioni locali chiamate alle prossime elezioni. Per fare il punto sullo stato attuale del provvedimento e, ancor più, sulla sua possibile definizione in tempi utili, riteniamo opportuno promuovere tempestivamente un incontro presso l’ANCI-via dei Prefetti, 46 Roma per il giorno 21 Gennaio p.v. ore 10,30. Certi della Vostra sensibilità e attenzione, in attesa di incontrarci in tale occasione, si porgono cordiali saluti. Giuseppe Torchio Franca Biglio Presidente Presidente ANPCI Consulta Nazionale ANCI Piccoli Comuni

24-08-2010

23/12/2003 Approvazione emendamenti richiesti da Anpci

FINANZIARIA 2004 Grazie agli emendamenti approvati nel corso dei lavori parlamentari qualcosa è migliorato rispetto alle previsioni iniziali, pur tuttavia i Comuni saranno costretti ad effettuare drastici tagli ai servizi poichè ormai la situazione è divenuta insostenibile. Dopo anni di continui tagli ai trasferimenti ed un continuo passaggio di competenze alle quali però non sono corrisposte adeguate risorse, i Piccoli Comuni nei loro stringati Bilanci non hanno più spazi di scelta e dovranno ridimensionare non solo i servizi minimi essenziali ma anche gli investimenti. Questa miopia politica riuscirà contemporaneamente a scontentare il cittadino e a frenare ulteriormente il volano dell’economia. Come primo tangibile segno di protesta, Vi invito a partire dall’1.1.2004 a dimezzare l’accensione dei punti luce di illuminazione pubblica prendendo direttamente accordi con ENEL DISTRIBUZIONE, circa le modalità più confacenti ad ogni singola Amministrazione. Invito tutti i Sindaci dei Piccoli Comuni che intendono aderire a questa iniziativa, a comunicare il proprio nominativo e numero di cellulare al seguente numero di fax: 0125/5   dettaglio

24-08-2010

01/12/2003 Sito unico nazionale stoccaggio rifiuti radioattivi

Ai Signori Sindaci dei Piccoli Comuni d’Italia Il Consiglio Direttivo dell’ANPCI riunitosi a Roma in seduta straordinaria il 26 novembre 2003 presso la sede della Regione Campania ha trattato i seguenti argomenti: 1. SITO UNICO NAZIONALE STOCCAGGIO RIFIUTI RADIOATTIVI IN SCANZANO IONICO (MT). Considerata la grave situazione venutasi a creare a seguito delle note vicende riguardanti la Regione Basilicata il Consiglio direttivo dell’ANPCI CHIEDE L’elaborazione di una proposta di Legge ordinaria per la disciplina complessiva su base nazionale della materia che tenga conto delle competenze comunali, provinciali e regionali nel pieno rispetto delle regole democratiche ma, soprattutto, considerata l’estrema pericolosità dei materiali, sia preceduta da una seria, approfondita, qualificata e condivisa indagine sull’intero territorio nazionale. 2. FINANZIARIA 2004 Cancella tutte le disposizioni innovative che la Finanziaria 2003 aveva recepito a favore dei piccoli Comuni in particolare: a) riduce il fondo ordinario degli investimenti; b) elimina il fondo destinato a finanziare le opere pubbliche per i Comuni inferiori a 3.000 abitanti; c) vengono ridotti i fondi per le unioni dei Se   dettaglio

24-08-2010

13/11/2003 Discorso Biglio al giuramento Carabinieri

DISCORSO DEL PRESIDENTE FRANCA BIGLIO AL GIURAMENTO DEL 114° CORSO ALLIEVI CARABINIERI 13/11/2003 Autorità civili , militari e religiose, a nome mio personale, dei Sindaci e degli amministratori dei piccoli Comuni d’Italia, esprimo i sensi del più vivo cordoglio per il luttuoso evento che ha colpito la Benemerita Arma dei Carabinieri ed i nobili sentimenti del popolo italiano. Il mio, il nostro cuore è affranto e colmo di rabbia di fronte a questi tragici eventi, caratterizzati da un ingiustificato odio nei confronti di chi, per alto senso del dovere, e amore per la pace, pone in gioco il bene più prezioso dell’uomo che è la vita. I Sindaci e gli amministratori dei piccoli Comuni vivono il dolore che ha colpito le famiglie dei militari “caduti” per amore della pace e per il rispetto verso i grandi valori che stanno alla base del vivere comune. Noi che siamo dentro i problemi e le sofferenze del cittadino; noi che percepiamo quotidianamente con Voi, forze dell’ordine, i disagi dei singoli e delle collettività; Noi che collaboriamo insieme per l’edificazione della vita civile e per l’esaltazione dei valori democratici presenti nelle coscienz   dettaglio

24-08-2010

12/11/2003 Quarto congresso nazionale

QUARTO CONGRESSO NAZIONALE 1. ABROGAZIONE LIMITE MANDATO – Comuni con popolazione inferiore 5.000 abitanti 2. LEGGE FINANZIARIA 2004 INSIEME A ROMA GIOVEDI’ 13 NOVEMBRE 2003 ORE 10,00: Mobilitazione generale piazza Montecitorio ORE 14,00: Apertura IV° Congresso Nazionale ANPCI Sala Conferenze Palazzo Marini Via del Pozzetto 158/159 (Piazza San Silvestro) VENERDI’ 14 NOVEMBRE 2003 DALLE 9,00 ALLE 19,00: 2° Giornata IV° Congresso Nazionale ANPCI – Sarà presente Orlando TORTORIELLO ex Sindaco di Romagnano al Monte (SA) che illustrerà l’esito dell’iter giurisdizionale intrapreso (ricordiamo che il 13.11.2003 è prevista la Sentenza della Corte d’Appello di Salerno in merito al ricorso presentato che chiede la rimozione di TORTORIELLO dal Consiglio Comunale) - vedi programma DOBBIAMO ESSERCI TUTTI Con fascia tricolore Marsaglia, 10 Novembre 2003 IL PRESIDENTE F.to Franca BIGLIO A Tutti i Sindaci Ed ai Presidenti dei Consigli Comunali Dei Piccoli Comuni d’Italia LIMITE MANDATO Si intensificano i nostri sforzi: qualcosa finalmente si muove davvero, ma non dobbiamo dare nulla per scontato GIOVEDI’ 13 NOVEMBRE 2003 ORE 10.00 MOBILITAZIONE GENERALE FINANZIARIA 2004-LIMITE   dettaglio

24-08-2010

10/11/2003 Anpci mobilita Sindaci

L'ANPCI MOBILITA i Sindaci dei Piccoli Comuni d'Italia per il limite del mandato elettivo e per la Finanziaria 2004. Il Presidente dell'ANPCI Franca Biglio, chiama a raccolta tutti i primi cittadini dei Comuni inferiori ai cinquemila abitanti per sollecitare il Parlamento italiano ad esprimersi, nel più breve tempo possibile, sulla modifica dell'art. 51 del D.L.gs 18.08.2000. n.267, contestato dagli amministratori locali perchè ritenuto "limitativo dei diritti del cittadino, antidemocratico e anticostituzionale". In mattinata del giorno 13 novembre 2003 alle ore 10,00 è prevista la mobilitazione degli amministratori nei pressi della Piazza Montecitorio a Roma. Alle ore 14,00 dello stesso giorno è in programma, a Palazzo Marini - Via del Pozzetto, 158/159 (Piazza S.Silvestro) lo svolgimento del IV Congresso Nazionale ANPCI, che ha per tema: "Quale Futuro?". Al Congresso è prevista la partecipazione di Autorità politiche nazionali, di rappresentanti delle Associazioni delle Autonomie. I lavori congressuali proseguono fino a venerdì 14 novembre 2003. Il Presidente franca Biglio invita i Sindaci d   dettaglio

24-08-2010

22/06/2003 Presa posizione Ciampi a favore Anpci

La vicinanza della scadenza elettorale amministrativa del 25 e 26 maggio e la presa di posizione che il Presidente della Repubblica ha pubblicamente espresso pochi giorni fa sulla questione dell’abolizione del vincolo del secondo mandato per i Sindaci dei Piccoli Comuni, hanno riportato d’attualità la battaglia che l’Associazione Nazionale Piccoli Comuni d’Italia svolge da tempo, con determinazione, per ottenere la cancellazione di una norma ritenuta discriminante, iniqua ed antidemocratica. Precludere, a priori con un limite le candidature, quando a scegliere è il corpo elettorale, equivale ad un giudizio di immaturità che la legge esprime nei confronti dell’elettore limitandone gravemente il suo ruolo attivo. Il Sindaco di un Piccolo Comune aderente alla nostra Associazione ha coraggiosamente deciso di fare propria questa battaglia in maniera molto concreta, ricandidandosi alle elezioni del 25 e 26 maggio(vedi esito), pur essendo in scadenza del secondo mandato consecutivo, quindi, considerato dalla norma “non immediatamente rieleggibile alla medesima carica”. L’A.N.P.C.I. che precedentemente aveva caldeggiato ed auspicato questa scelta, è solidale e   dettaglio

24-08-2010

20/06/2003 Raccolta invito Tortoriello Sindaco Romagnano

L’invito che l’ANPCI ha rivolto ai Sindaci in scadenza del secondo mandato consecutivo nella tornata amministrativa recentemente svoltasi, è stato raccolto con coraggio e determinazione da Antonio Tortoriello Sindaco uscente di Romagnano al Monte (Salerno). La scelta è stata fatta con coraggio e determinazione, dettata unicamente dalla volontà di affermare un principio di democrazia nei confronti di una norma iniqua definita nei giorni scorsi “un non senso” dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e per la quale il Presidente della Camera Pier Ferdinando Casini il 26.05.03 a Cuneo, si è espresso dicendo “si tratta di un tema di buon senso che merita di essere portato all’attenzione della Camera affinchè si trovi una soluzione in grado di garantire una continuità amministrativa ai Piccoli Comuni”. Tortoriello non è stato rieletto. Certamente il giudizio degli elettori è stato influenzato dalla norma che definisce “ineleggibile” per la terza volta consecutiva il Sindaco uscente e non hanno inteso rischiare il Commissariamento del proprio Comune. Rischio reale, dice Tortoriello all’indomani dei risultati ottenuti, a c   dettaglio

24-08-2010

14/03/2003 Manifestazione a Roma abrogazione 3° mandato

Come annunciato dall’Associazione Nazionale Piccoli Comuni d’Italia, il 12 marzo 2003, a Roma, in Piazza Montecitorio, si è tenuta una grande manifestazione a sostegno della definitiva ABROGAZIONE LIMITE DI MANDATO almeno per i Sindaci dei Comuni di minore dimensione demografica. Erano presenti, con fascia tricolore e con i vessilli dell’Associazione, oltre 600 Sindaci provenienti da ogni parte d’Italia anche in rappresentanza di tantissimi altri Colleghi i quali, impossibilitati a partecipare di persona, hanno aderito con migliaia di fax e di telefonate. Numerosi Parlamentari, sensibili ai problemi delle “Micropoli”, sono intervenuti ed hanno espresso la loro posizione personale, o, in alcuni casi, del Partito di appartenenza nei confronti della discriminante che la norma attuale impone ai Sindaci limitando di fatto, anche la libertà di scelta dell’elettore. Successivamente, in corteo, hanno accompagnato la delegazione dell’ANPCI, composta dal Presidente Franca Biglio, dai Vicepresidenti e da alcuni componenti del Consiglio di Presidenza, a Palazzo Madama per l’incontro con il Presidente del Senato Sen. Marcello Pera. Al termine, la delegazione è tornata a Pa   dettaglio

24-08-2010

27/01/2003 Proposte finanziaria 2003

PROPOSTE PER LA FINANZIARIA 2003 La notevole attenzione del Parlamento alla politica di sostegno e sviluppo delle Piccole Comunità locali ha trovato spazio nelle Leggi Finanziarie degli ultimi anni, attraverso la previsione di normative specifiche per i Piccoli comuni, a seguito delle richieste pressanti della nostra Associazione. Tali normative hanno attenuato gli effetti negativi della perdita di servizi che i Piccoli Comuni hanno dovuto subire a causa della pressante razionalizzazione de bilanci imposti dalla Unione Europea. In questi giorni in cui il Governo sta preparando la Finanziaria 2003 all'interno della quale è presente un quadro di interventi ed esenzioni a favore dei Piccoli Comuni di notevole spessore (esonero della riduzione dei contributi ordinari, esonero del rispetto del patto di stabilità, esonero del blocco delle assunzioni, esonero degli acquisti su base Consip, mantenimento del fondo investimenti a favore dei Piccoli Comuni) si rende urgente e necessario, in attesa di concreta attuazione del nuovo disposto costituzionale dal quale ci auguriamo possa scaturire una normativa specifica per i Piccoli Comuni, ampliare e razionalizzare le m   dettaglio

Facebook You Tube

Pagina generata in 0.61042213439941 secondi