Archivio Battaglie

24-08-2010

23/01/2003 Approvato disegno legge Realacci-Bocchino

La stampa nordovest pag 53 giovedì 23 Gennaio 2003 LA CAMERA HA APPROVATO IL DISEGNO DI LEGGE REALACCI-BOCCHINO Vinta la battaglia dei Piccoli Comuni del camper per l´Italia: la sfida dell´associazione che, con il Piemonte in prima fila e la sede a Marsaglia, riunisce i paesi sotto 5000 abitanti 23/1/2003 E´ la riscossa dei piccoli Comuni. Di quelli che lottano per mantenere le scuole, l´ufficio postale, i bus, l´unico negozio. In Piemonte, seconda regione in Italia, sono 1077 i centri con meno di 5000 abitanti: ci vivono un milione 282 mila 343 persone. L´equivalente di una grande città. Agli 11 milioni di italiani che, in tutta la penisola, risiedono nei «paesi in miniatura» è rivolto il disegno di legge Realacci-Bocchino, approvato l´altro giorno dalla Camera. «E´ la prima normativa che ci riconosce ed è studiata apposta per noi - sottolinea con entusiasmo Franca Biglio, sindaco di Marsaglia (meno di 400 abitanti) e presidente regionale e nazionale dell´Associazione Piccoli Comuni d´Italia -. Finalmente vengono considerati i nostri diritti ed è ammesso che per noi occorrono leggi e provvedimenti diversificati rispetto a quelli delle citt&agrav   dettaglio

24-08-2010

21/01/2003 Termine lavori 3°Assemblea Anpci

La III Assemblea Nazionale dell’Associazione dei Piccoli Comuni d’Italia (A.N.P.C.I.), al termine dei lavori congressuali di ROMA, ha ribadito il valore, da tutti oramai riconosciuto, della realtà dei Piccoli Comuni Italiani che sono ben 5868 su un totale di circa 8100, testimonianza di buon governo, presidio del territorio, risorsa per occasioni di sviluppo e difesa culturale della nostra identità, storia e tradizioni. Tra le rivendicazioni presentate al Governo ed al parlamento, due diventano priorità che devono trovare immediata soluzione: 1) il riconoscimento formale ed istituzionale dell’A.N.P.C.I., quale rappresentante della realtà dei Piccoli Comuni in Italia, con pari dignità con le altre forme associative delle Autonomie Locali; 2) L’abolizione della norma che vieta la rielezione del Sindaco dopo due mandati amministrativi consecutivi, almeno per i Comuni con popolazione inferiore ai 5000 abitanti, demandando al solo corpo elettorale il giudizio sul “buon governo” da questi esercitato e quindi sulla loro rielezione. Si ritiene che queste due richieste debbano trovare risposte sollecite, così che gli attestati di condivisione trasv   dettaglio

24-08-2010

24/10/2003 Convegno Forza Italia a Torino

LIMITE MANDATO SINDACI – FINANZIARIA 2004 ATTENZIONE Il 10.10.2003 a Torino Convegno di Forza Italia Piemonte “3° Mandato. E’ ora!” In quella sede il Presidente della Regione Piemonte Enzo GHIGO ha detto: “sono d’accordo a togliere il vincolo di mandato ai Comuni fino a 5.000 abitanti e mi impegno a presentare un ordine del giorno in Consiglio Regionale del Piemonte e alla Conferenza delle Regioni, programmate per il 23.10.2003 a sostegno della modifica dell’attuale normativa e per sensibilizzare il Parlamento affinchè approvi in tempi rapidi nuove disposizioni in materia”. Il 23.10.2003 il T.A.R. Salerno ha ricusato il ricorso presentato dall’altra Lista (seguirà apposito comunicato) Il 29.10.2003 a Genova e/o Regione Liguria – Palazzo Giunta – presentazione iniziativa Consiglieri UDC BROGLIA – BARCI limite mandato Il 13 e 14 NOVEMBRE A ROMA presso la Sala Conferenze di Palazzo Marini Via del Pozzetto 158-159: 4° CONGRESSO NAZIONALE ANPCI con apertura ore 14,00 – seguirà programma Alle ore 10,00 del 13.11.2003 davanti a Montecitorio o a Palazzo Chigi : MOBILITAZIONE GENERALE PER LIMITE MANDATO – FINANZIARIA 2004 DOBBIAMO ESSERCI TUTTI! 3500 sono i Sindaci dei   dettaglio

24-08-2010

27/06/2002 Audizione presso aula V Commissione in presenza

Ai colleghi Sindaci Dei Piccoli Comuni d’Italia In data 13 Giugno 2002 si è tenuta un audizione presso l'aula della V COMMISSIONE, in presenza di rappresentanti di Bilancio, Tesoro, Programmazione, Ambiente, Territorio, Lavori Pubblici e del Vice Presidente A.n.p.c.i., Prof.Arturo Manera, nell'ambito dell'esame della proposta di legge 1174, recante "Misure per il sostegno e la valorizzazione del patrimonio naturale e storico-culturale dei Comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti Vi ringrazio per il sicuro interessamento e Vi saluto distintamente.

24-08-2010

21/05/2002 Proposta emendamento per i Parlamentari collegato

Proposta Emendamento art. 51 L. 142/90 Emendamento trasmesso ai parlamentari per la presentazione in aula come collegato alla finanziaria. In materia di attribuzione di poteri gestionali ai dirigenti, prevista dall'art. 3 comma 2 del Dec. Leg.vo 29/93, così come modificato dal Dec. Leg.vo 3-3-1998, n. 80, non sembrano sussistere più dubbi, dato che chiaramente la normativa precisa la netta separazione fra organi politici e organi gestionali. Tale netta separazione non sembra però facilmente estensibile agli Enti privi di dirigenza ed in particolar modo agli Enti locali. Lo stesso decreto legislativo 29/93 all'art. 27/bis, infatti dispone che i Comuni, nell'esercizio delle proprie potestà statutarie e regolamentari, adeguino ai principi dell'articolo 3 i propri ordinamenti, tenendo conto delle loro peculiarità. Tali norme sembrano lascier, pertanto, facoltà discrezionale agl Enti privi di dirigenti nell'attribuzione o meno dei poteri gestionali al personale dipendente. Tale dubbio non viene, peraltro, fugato dall'art. 51 comma 3 lettera H della legge 142/90, come sostituto dall'art. 2 comma 13 della legge19   dettaglio

24-08-2010

02/04/2002 Concessione aumento tranches di finanziamento

Arturo Manera e l’A.N.P.C.I. ARRENDERSI O LOTTARE? Il supersindaco corre per vincere (pubblicazione da IL MATTINO Caserta del 29/03/2002,di Gianfrancesco D’Andrea) Il dado è tratto. Dopo anni ed anni di battaglie per rivendicare il proprio diritto a esistere, i Piccoli Comuni d’Italia hanno vinto un altra, importante, battaglia, ottenendo una legge ad hoc (all’esame delle Commissioni Parlamentari) che tuteli le piccole realtà al di sotto dei cinquemila abitanti. Una lotta che anche il Matese ha vissuto da vicino, considerato che il Vicepresidente dell’ Associazione Nazionale Piccoli Comuni d’Italia è il Sindaco del Comune di Ailano(Ce), Prof. Arturo Manera. “Era ora – spiega soddisfatto – che si cominciasse a parlare concretamente del futuro che attende le piccole comunità della penisola. L’interesse che oggi sta venendosi a creare nei confronti dei Piccoli Comuni – problema che interessa molto da vicino il comprensorio del Matese – segna una svolta decisiva per le prospettive di sviluppo legate ai centri minori. L’Associazione di cui faccio parte si è impegnata in prima linea per ottenere uno strumento legislativo in grado di fornire risposte co   dettaglio

24-08-2010

02/03/2002 Protesta regolarizzazione iscrizione studenti

Dal Sindaco del Comune di Vallerotonda (Fr) ricevo un lungo documento(clicca qui) riguardante la materia della regolarizzazione degli studenti iscritti con riserva nelle nostre università. La questione riguarda molti nostri giovani; ritengo pertanto necessario che ci sia l’impegno da parte nostra di attivarci presso i Presidenti delle competenti Commissioni Parlamentari e presso i Deputati e Senatori più vicini a noi singolarmente per un sollecito esame dei testi in modo tale che si giunga ad una rapida approvazione del provvedimento di regolarizzazione delle posizioni di tutti questi studenti perchè possano in tal modo, serenamente e legittimamente, terminare gli studi. Invito quindi tutti i colleghi ad inviare l’allegata lettera(clicca qui) ai Presidenti della VII Commissione Cultura della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica per una sollecita discussione dei relativi disegni di legge, ed ai Parlamentari di stretta amicizia, per influenzarne la disponibilità ad aiutare queste famiglie al di là di ogni burocratica considerazione

24-08-2010

02/02/2002 Proposta Sindaci a Commissione Affari Costituzionali

Al Presidente della I Commissione Permanente Affari Costituzionali della Camera dei Deputati, Onorevole BRUNO avv. Donato 00100 R O M A ******************************** Abbiamo, nostro malgrado, appreso che il Comitato ristretto della Commissione Affari Costituzionali della Camera ha raggiunto una intesa per il rinvio dopo le amministrative di Maggio, dell’esame della proposta di superamento del vincolo di mandato per i Sindaci. Tale decisione, oltre al grave deficit di democrazia che potrebbe generare nei piccoli Comuni (Enti nei quali è difficile un ricambio totale della classe politica), eliminerà dalla scena politica migliaia di Sindaci, proprio nel quinquennio nel quale l’esperienza degli Amministratori in carica risulterebbe indispensabile per attuare la profonda riforma Costituzionale federalista approvata dal Parlamento e che attribuisce ai Comuni numerose e rilevanti funzioni. I Comuni, soprattutto quelli di modesta entità demografica, non possono permettersi di mancare all’appuntamento con la riforma Costituzionale, che li individua come protagonisti, a causa di una norma sul vincolo di mandato che non consente di partecipare alla modernizzazione del   dettaglio

24-08-2010

15/01/2002 Sollecitazione dei Sindaci al Parlamento per ..

AVVISO URGENTE - MODIFICA LEGGE SUL 2° MANDATO SINDACI Invitiamo tutti i Sindaci a voler inviare il testo allegato (clicca qui) al Parlamento onde sollecitare la rapida eliminazione del limite dei due mandati. Il disegno di legge è già all'esame della 1° commissione Affari Costituzionali della camera dei Deputati. Sottolineo l'impegno e l'attenzione con i quali il Presidente della Commissione On.le DONATO Bruno ed il relatore On.le avv.to SAPONARA stanno lavorando per l'approvazione di tale proposta. Ad essi e a tutti i Componenti della Commissione va il nostro più sentito ringraziamento

24-08-2010

05/12/2001 I Piccoli Comuni riavranno il finanziamento

Roma 5 Dicembre 2001 Dal Quotidiano LA STAMPA IERI MANIFESTAZIONE DURANTE LA RIUNIONE DELLA COMMISSIONE BILANCIO «Ridaremo 40 milioni ai paesi» «I PICCOLI COMUNI grazie ad un emendamento presentato e seguito passo passo dall'Onorevole Guido Crosetto, tra l'altro Sindaco di un Piccolo Comune della Provincia di Cuneo, riavranno il finanziamento di 40 milioni per le opere pubbliche». Lo ha assicurato ieri, a Roma, il presidente della Commissione Bilancio (che domani lo voterà) Giancarlo Giorgetti che, alle 14,30, ha ricevuto il presidente dell'Associazione «PICCOLI COMUNI d'Italia» Franca Biglio, davanti a Montecitorio con alcune centinaia di sindaci in fascia tricolore. Una protesta mirata a riottenere quanto contenuto nella Finanziaria 2001, ma «dimenticato» in quella 2002, che si sta predisponendo. «Giorgetti ha promesso che i 40 milioni saranno riproposti - ha riferito la Biglio - e che per i paesi sotto i 5 mila abitanti diverrà facoltativa la Bassanini, sulla facoltà per sindaco e giunta di gestire tutte le funzioni comunali oppure delegarle ai funzionari. Dobbiamo ringraziare i nostri parlamentari Crosetti, Rossi, Delfino, Brignone, Zan   dettaglio

24-08-2010

05/11/2001 Incontro a Roma con Casini/delegazione Anpci

INCONTRO A ROMA DI NOVEMBRE 2001 · Pres. della Camera On. CASINI · Capo Gabinetto della Presidenza del Senato Sen. RIGO · Pres. Comm. Bilancio Camera dei Deputati On. GIORGETTI · Pres. Comm. Bilancio del Senato On. AZZOLLINI · Pres. Comm. Affari Costituzionali Camera Deputati On. BRUNO · Sottosegretario Politiche Agricole On. T.DELFINO · Parlamentari On. CROSETTO · Parlamentari On. T.ZANOLETTI ESITO INCONTRI E' stata riscontrata da parte di tutti una grande disponibilità. I problemi dei Piccoli Comuni, non solo sono ben conosciuti, ma sono già all' attenzione dei nostri interlocutori. In particolare il Presidente CASINI si è dimostrato profondo conoscitore ed estimatore delle nostre realtà. Definisce gli Amministratori dei Piccoli Comuni degli "Eroi" al servizio della gente e del territorio. Tutti concordano sul fatto che la recente legislazione (Tesoreria Unica, decreti Bassanini, Lavori Pubblici ecc..) ha di fatto penalizzato i Piccoli Comuni, sia dal punto di vista finanziario che organizzativo e che molti correttivi devono essere affrontati sia a livello di risorse che di normative, per garantire la sopravvivenza, che comunque no   dettaglio

24-08-2010

24/10/2001 2° Convenzione programmatica nazionale

Investire sul Bel Paese. "La scommessa glocal: difendere i piccoli comuni per promuovere l’identità e la qualità italiane"2a Convenzione Programmatica Nazionale Roma 24 Ottobre 2001 Ore 10,00 – 18,00Piazza G.G. Belli 2 In Europa, Francia e Italia sono le nazioni dove la popolazione è maggiormente distribuita, nel nostro paese 5.868 comuni hanno meno di 5.000 abitanti, pari al 72% dei comuni italiani. Viviamo una ricchezza insediativa che il Cattaneo ha descritto come "l’opera di diffondere equabilmente la popolazione", "frutto di secoli" e di una "civiltà generale, piena e radicata" che ha favorito la distribuzione "generosamente su tutta la faccia del Paese". Ma lo spopolamento e l’impoverimento di vaste aree - soprattutto pedemontane, montane e insulari - hanno nel secondo dopoguerra assunto caratteri strutturali delineando un’Italia che possiamo definire del "disagio insediativo". Eppure le migliaia di centri abitati e di nuclei insediativi presenti in queste aree hanno prodotto nei secoli un patrimonio straordinario fatto di beni culturali e ambientali, tradizioni, abilità manifattur   dettaglio

24-08-2010

08/03/2001 Mobilitazione Sindaci per il terzo mandato amministrativo

MOBILITAZIONE DEI SINDACI PER IL 3° MANDATO AMMINISTRATIVO CONSECUTIVO Vista l'insensibilità dei nostri Parlamentari, che, trasversalmente, hanno finora rifiutato di prendere in considerazione il grave problema del terzo mandato amministrativo consecutivo per i Sindaci ed i Presidenti di Provincia viene indetta per GIOVEDI' 8 MARZO 2001 alle ORE 11,00In ROMA davanti a Palazzo Montecitorio una manifestazione di Amministratori Comunali I Sindaci dovranno presentarsi tutti con la fascia tricolore e occupare pacificamente Piazza Montecitorio mentre una delegazione incontrerà le massime cariche istituzionali. Alle ore 14,00 dopo opportune consultazioni fra i presenti, verrà tenuta una conferenza stampa per annunciare la eventuale presentazione di simbolo e di liste elettorali come movimento di Sindaci di 1000 Comuni, per le prossime elezioni. E' assolutamente necessario che venga assicurata la più ampia partecipazione possibile perchè i nostri rappresentanti in Parlamento capiscano la portata della nostra azione e si esprimano favorevolmente per il terzo mandato amministrativo almeno per i Comuni più piccoli. Arrivederci tutti a   dettaglio

20-06-2010

04/03/2001 Direttivo Anpci riunito in aula Poli a Palazzo Marini

04/03/2001 Il Direttivo Nazionale dell' Associazione dei Piccoli Comuni d'Italia (ANPCI) riunitosi alle ore 13 di martedì 27 febbraio 2001 nell'aula Poli di Palazzo Marini in Roma nel ribadire il proprio giudizio nagativo sull'attuale norma che limita a due i mandati consecutivi dei Sindaci, CHIEDE Che i deputati si esprimano immediatamente in aula con il loro voto sull'argomento già posto all'ordine del giorno, in coerenza con le più elementari regole democratiche. INFORMA Che qualora questo non dovesse verificarsi, tale comportamento sarà considerato una ingiustificata indifferenza nei confronti degli ulteriori problemi che tale divieto crea soprattutto nei Comuni di minore dimensione. Pertanto i Sindaci aderenti all'ANPCI si adopereranno per far arrivare diversamente la voce degli Enti Locali in Parlamento, non escludendo la possibile candidatura di una loro lista alle prossime elezioni politiche. ROMA 28 Febbraio L'ufficio di Presidenza dell'ANPCI (Associazione Nazionale Piccoli Comuni d'Italia) riunitosi in Roma, sta presidiando con una consistente delegazione di Sindaci, a partire da Lunedì 2   dettaglio

20-06-2010

14/02/2001 Delegazione Sindaci dal Presidente del Senato

Mercoledì 14 Febbraio 2001 Una delegazione di Sindaci è stata ricevuta dal Presidente del Senato Nicola Mancino e quindi dal Presidente della Camera dei Deputati On.Luciano Violante per chiedere e ottenere l'abrogazione della norma che limita a due i mandati consecutivi dei Sindaci. Al termine della giornata la delegazione ha ottenuto che il provvedimento verrà esaminato e discusso lunedì 26 febbraio nell'aula di Montecitorio. Sigg.ri Parlamentari, Sigg.ri Presidenti delle Giunte Regionali Sigg.ri Assessori Regionali, Sigg.ri Presidenti delle Province Una folta delegazione di Sindaci dell'Associazione Nazionale Piccoli Comuni d'Italia in seguito agli incontri tenutisi in data 14 u..s. con i vari gruppi parlamentari, nonchè con il Presidente del Senato Mancino, e con il Presidente della Camera Violante, ha concordato di presenziare ai lavori parlamentari per seguire direttamente il dibattito e la successiva votazione relativa alla proposta di modifica dell' art 51, comma 2, del T.U. 267/2000, previsti nei giorni 27 e 28 Febbraio e 1°Marzo 2001. La scelta di Montecitorio è stata fatta per denunciare un palese atto di   dettaglio

Facebook You Tube

Pagina generata in 0.71171188354492 secondi