Archivio Battaglie

21/01/2003 Termine lavori 3°Assemblea Anpci

24 agosto 2010
La III Assemblea Nazionale dell’Associazione dei Piccoli Comuni d’Italia (A.N.P.C.I.), al termine dei lavori congressuali di ROMA, ha ribadito il valore, da tutti oramai riconosciuto, della realtà dei Piccoli Comuni Italiani che sono ben 5868 su un totale di circa 8100, testimonianza di buon governo, presidio del territorio, risorsa per occasioni di sviluppo e difesa culturale della nostra identità, storia e tradizioni. Tra le rivendicazioni presentate al Governo ed al parlamento, due diventano priorità che devono trovare immediata soluzione: 1) il riconoscimento formale ed istituzionale dell’A.N.P.C.I., quale rappresentante della realtà dei Piccoli Comuni in Italia, con pari dignità con le altre forme associative delle Autonomie Locali; 2) L’abolizione della norma che vieta la rielezione del Sindaco dopo due mandati amministrativi consecutivi, almeno per i Comuni con popolazione inferiore ai 5000 abitanti, demandando al solo corpo elettorale il giudizio sul “buon governo” da questi esercitato e quindi sulla loro rielezione. Si ritiene che queste due richieste debbano trovare risposte sollecite, così che gli attestati di condivisione trasversale da parte di tutte le forze politiche del Governo e del Parlamento intervenuti ai lavori dell’Assemblea, si trasformino in azioni concrete. Si richiede una verifica nell’Aula Parlamentare entro e non oltre il 28 febbraio 2003, dopo di che l’A.N.P.C.I. chiamerà i Sindaci ed i loro cittadini ad una mobilitazione ad oltranza a sostegno delle loro richieste.

Facebook You Tube

Pagina generata in 0.17010903358459 secondi