Comunicazioni dalle regioni

22-04-2015

Campania.Servizi idrici integrati. Grande soddisfazione dell'ANPCI-Campania per il successo dei Sindaci Irpini che hanno convinto i Consiglieri Regionali a non approvare una legge iniqua

L’ANPCI esprime soddisfazione e ringrazia tutti i consiglieri regionali irpini e non ivi compreso il presidente del consiglio regionale Ing Pietro Foglia di aver sbarrato la strada all’approvazione del riordino del sistema idrico in Campania che penalizzava alcuni comuni campani tra cui quelli del Vallo Lauro Baianese volendo a tutti i costi far trasmigrare gli stessi dall’articolazione territoriale1_calore all’articolazione territoriale3_ Sarnese-Vesuviano, hanno vinto chi dell’acqua ritiene che la sua finalità sia di natura pubblica e che rispetta le autonomie locali e chi vi rappresenta. I sindaci che qualcuno ama definire impropriamente i signori delle acque hanno dimostrato di essere stati capaci tutti insieme di far comprendere ai consiglieri regionali del proprio territorio l’importanza che questa legge scellerata non venisse approvata . Il nostro augurio e che il prossi   dettaglio

25-03-2015

Piemonte: Assemblea Straordinaria dei Sindaci Anpci a Marene CN con parlamentari del Piemonte

Lunedì 23 marzo u.s. si è riunita a MARENE, presso la sala del Consiglio Comunale, l’Assemblea provinciale dei sindaci dei Piccoli Comuni della Provincia di Cuneo. Presenti una quarantina i sindaci, i consulenti ANPCI, Dottor Vito Burgio ed il Dottor Ciro Mennella, segretari comunali, giornalisti....

>> continua scarica l'allegato

Allegati:

Scarica il pdf

Allegati:

Scarica il pdf

Allegati:

Scarica il pdf

24-02-2015

dall'Irpinia un appello ai parlamentari per esonerare dall'IMU agricola anche i terreni dei Comuni parzialmente montani e quelli danneggiati da varie calamità

Il coordinatore regionale dell'Anpci Campania Antonio Bossone ha lanciato un appello ai parlamentari impegnati da qui a martedì per la definizione delle norme in merito all'Imu agricola in Commissione Finanze a Palazzo Madama relativamente al decreto legge 24 gennaio 2015 n.4: escludere dal pagamento dell'Imu agricola i comuni ad alto rischio idrogeologico e quelli che hanno subito danni al raccolto determinati dalle emergenze o da infezioni come il cinipide della castagna. Abbiamo ritenuto come Anpci necessario sollecitare, in prossimità dell'approvazione in Commissione al Senato di questo provvedimento, la possibilità che vi sia l’esclusione dei tanti terreni anche se parzialmente montani ma ubicati in quelle aree interne particolarmente depresse e soggette a particolari condizioni di degrado anche per cause di dissesto idrogeologico. Occorre un   dettaglio

Facebook You Tube

Pagina generata in 0.63630795478821 secondi