Comunicazioni della Presidenza

da Corriere delle Alpi: L'Anpci L’associazione piccoli comuni “acquista” Seren e Arsiè

29 aprile 2015
21 aprile 2015

SEREN DEL GRAPPA. Anche Seren del Grappa e Arsiè guardano con speranza all'Associazione nazionale dei piccoli comuni italiani (Anpci) come presidio efficace di difesa dei diritti di autogoverno degli enti minori. «Con il sindaco Luca Strappazzon abbiamo incontrato la direzione nazionale dell'Anpci per esortare un'azione comune in difesa della gestione amministrativa, che nei comuni montani è l'ultimo baluardo prima che il disagio sociale esploda», si sfoga il sindaco di Seren Dario Scopel, «è necessario combattere la logica del continuo taglio di risorse, oltre che rinnegare il dogma dell’eliminazione dei piccoli Comuni perchè economicamente non valida e condotta con il solito modo d’agire confuso.
I virtuosi devono essere premiati, anche se piccoli, questo deve essere il modus operandi», tuona il primo cittadino, «i nostri cittadini non sono di serie B. È chiaro che se vogliamo bene al nostro territorio dobbiamo combattere contro una visione miope che li destinerà, in particolare quelli marginali, a essere dimenticati ed abbandonati». L'incontro è stato anche il pretesto per un invito importante: «Nei primi giorni di maggio arriverà in provincia la presidente Anpci Franca Biglio, sindaco di Marsaglia in provincia di Cuneo, che verrà a conoscere i Comuni bellunesi e preparare insieme ai sindaci azioni tese a rompere questo laccio stretto intorno al collo con il quale stanno facendo morire i nostri territori, mandandoli al degrado». Giusto qualche giorno fa i Comuni di Quero Vas e Alano di Piave hanno annunciato la loro cancellazione dall'Anci perchè «troppo concentrata sulle dinamiche dei grandi comuni», ha spiegato Bruno Zanolla.

Francesca Valente

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebook You Tube

Pagina generata in 0.15835690498352 secondi