Verbali Assemblee Nazionali

Verbale assemblea 2° Conferenza Nazionale Anpci

24 agosto 2010
ESITO SECONDA ASSEMBLEA NAZIONALE La relazione del Presidente Franca Biglio ha spaziato su tutta l'attività del Comitato Direttivo, nel primo anno di vita dell'Associazione; dagli incontri istituzionali con il Presidente della Repubblica, con i Presidenti del Senato e della Camera dei Deputati, con i Ministri ed i Sottosegretari; alla presentazione in tutte le sedi competenti della piattaforma rivendicativa dei Piccoli Comuni che sostanzialmente si riassume in pochi punti fondamentali ed irrinunciabili per la sopravvivenza delle realtà Comunali più piccole: 1 - deroga alla Legge Bassanini per i Comuni sotto i 5000 abitanti, per quanto riguarda le deleghe ai funzionari Comunali 2 - eliminazione totale della Tesoreria unica 3 - ripristino del mutuo di 150 milioni a totale carico dello Stato per Opere Pubbliche 4 - riparametrazione dei trasferimenti 5 - rimborsi per gli Amministratori per i permessi per assolvere il Mandato Amministrativo 6 - abolizione del limite di due Mandati Amministrativi per i Sindaci 7 - partecipazione a tutti i tavoli di concertazione. INTERVENTI Dopo gli interventi del Sottosegretario On. GIANNI RIVERA e del coordinatore del Gruppo Interparlamentare per le tutele dei Piccoli Comuni On. DELFINO che ha ribadito la totale condivisione delle nostre problematiche e l'impegno del Gruppo per supportarle in sede Parlamentare, ha preso la parola il MINISTRO BASSANINI. Il Ministro, dopo una lunga introduzione per motivare le sue scelte in merito alla riforma del sistema Amministrativo, scelte condivise anche dalle opposizioni in Parlamento, ma anche portate avanti con opportune consultazioni con i Sindaci (leggi ANCI) e con la totale loro approvazione; dopo aver spiegato la iniziale volontà politica di fondere forzosamente i Comuni più piccoli e la successiva revisione con l'invito ai Comuni a unirsi ed a gestire assieme tramite consorzi o con convenzioni i principali servizi, rivalutando di fatto il ruolo fondamentale dei Piccoli Comuni nell'equilibrio del Paese per il mantenimento delle tradizioni, della cultura, ma anche dell'assetto idrogeologico e dell'ecosistema; ha chiaramente ribadito che il Governo non può non riconoscere tutte le Associazioni che hanno un minimo di rappresentatività e dialogare e confrontarsi con queste, tenendo conto delle specificità che ci contraddistinguono. Relativamente alla deroga per i Comuni sotto i 5000 abitanti alla rigida divisione fra il potere politico lasciato agli Amministratori e la gestione Amministrativa di competenza dei Funzionari dei Comuni, il MINISTRO, fatte salve le istruttorie per i nuovi insediamenti produttivi che devono fare capo allo "Sportello Unico" da costituirsi nel più breve tempo possibile, anche in forma associata, Si impegna a presentare già nell'attuale finanziaria, e ove non sia possibile, in una legge apposita da far approvare subito, la deroga alla separazione delle competenze per quei Comuni che di fatto aderiscono a qualunque titolo allo Sportello Unico per le attività produttive. Il Vice Presidente del Senato Sen. DOMENICO CONTESTABILE intervenuto a conclusione dei lavori della mattinata, esaltando le Municipalità come la prima realtà storica delle nostre Istituzioni, struttura portante della Democrazia, sottolineando i due principi fondamentali su cui si regge la Democrazia diretta che sono quelli della sussidiarietà e della solidarietà, ha assicurato il suo immediato interessamento presso il Presidente del SENATO perchè gli emendamenti alla finanziaria presentati dal Gruppo Interparlamentare e l'emendamento proposto dal MINISTRO BASSANINI siano discussi già nella presente legge finanziaria. Il PRESIDENTE della Commissione Bilancio Tesoro della Camera dei Deputati On. AUGUSTO FANTOZZI impossibilitato a presenziare, nel suo intervento scritto assicura che già nella legge finanziaria 2001 sono previsti: 1 - abolizione della Tesoreria Unica per i Comuni fino a 10.000 abitanti 2 - fondi per l'ammodernamento della P.A. 3 - differimento del conto economico per i Comuni sotto i 3000 abitanti 4 - rifinanziamento del fondo per i Piccoli Comuni 5 - contributo a parziale compensazione di tagli di trasferimenti ESITI L'Assemblea si è chiusa con l'approvazione di un documento conclusivo e con la riconferma a Presidente dell'Asociazione della Sig.ra BIGLIO FRANCA E' STATO APPROVATO IN FINANZIARIA L'EMENDAMENTO PER I RIMBORSI A CARICO DELLO STATO DEI PERMESSI PER SVOLGERE IL MANDATO AMMINISTRATIVO. E' UNA NOSTRA VITTORIA! A presto e cordiali saluti.

Facebook You Tube

Pagina generata in 0.21058511734009 secondi